Ultima asta
#283
Asta di Filatelia
/ 11 LUG 2017
VENDITA GENERALE - Ducati Italiani, Italia Regno, Italia Repubblica, Colonie, Posta [..]

Anteprima asta n. 273 di Stefano Cosenz

La 273a asta di Italphil è imperdibile anche per alcune pregiatissime voci d’interesse nazionale che si affiancano all’unico aerogramma esistente della Crociera Nord Atlantica spedita dalla Repubblica di San Marino offerto in questa vendita. La qualità di questi oggetti, proposti con una giusta base proporzionata alla loro autentica rarità, li rende un sicuro investimento liquidabile ovunque.

Nel settore degli Antichi Stati: di Napoli, una lettera assicurata del 1859 da Napoli a Parigi, affrancata da un 50 grana rosa carminio chiaro e da un esemplare “falso per posta” del 20 grana (il contenuto e gli annullamenti sono in rosso ad eccezione dell’ANNULLATO) è proposta con una base di 20.000 euro (lotto 11); dello Stato Pontificio, una lettera spedita nel 1852 da Bologna a Parigi con splendida affrancatura da 1 scudo e 20 baj, assolta con una coppia del 50 baj + una coppia dell’8 baj e un esemplare da 4 baj, menzionata nel catalogo enciclopedico Bolaffi 1982/84 e considerata la più bella delle pochissime conosciute, accompagnata da certificati Bolaffi e Colla, è proposta con una base di 30.000 euro (lotto 25). Una delle massime rarità delle ex Colonie Italiane, l’esemplare nuovo con gomma integra dell’Espresso di Libia da 1,25 lire su 60 centesimi carminio e bruno del 1927-33, con sovrastampa nera, di eccezionale freschezza e centratura, con certificato Colla, quotato sul Sassone 250.000 euro, è proposto con una base di 45.000 euro (lotto 338).

Nel settore degli aerogrammi, un’altra rarità della Crociera Nord Atlantica: un aerogramma spedito nel 1933 da St. John’s (Terranova) a Roma affrancato con l’esemplare di Terranova da 4,75$ su 75cent bistro (sovrastampato per il volo di ritorno della Crociera) che presenta la varietà “doppia sovrastampa”, di cui si conoscono solo un esemplare nuovo e questo su lettera: accompagnato da certificato Colla è proposto con una base di 20.000 euro (lotto 424).

Una delle massime e conosciute rarità della Città del Vaticano: l’unica lettera probabilmente esistente, raccomandata spedita a Roma del 1934, affrancata per 2,05 lire, primo porto per lettera per l’Italia, affrancata con esemplare da 75 centesimi dell’emissione “Giardini e Medaglioni” del 1933 e da un esemplare “Saggio passato per posta” del provvisorio del 1934 da 1,30 su 1,25 lire con sovrastampa a righe sottili proveniente dall’unico foglio da 100 esemplari venduto alla posta, francobollo che sia allo stato di nuovo che annullato aumenta tutti gli anni la sua quotazione sui cataloghi. La busta è proposta con una base di 15.000 euro (lotto 369).

di Stefano Cosenz
Giornalista specializzato in Filatelia e in Economia dell’arte